Ben Casnocha

Impenditore prodigio, imprenditore tecnologico e autore di successo.

Ben Casnocha speaker, keynote speech
Inglés

Non ha ancora compiuto 30 anni e Ben Casnocha è uno dei grandi fenomeni imprenditoriali dellla Silicon Valley. Imprenditore prodigio, imprenditore tecnologico e autore di successo, la sua giovinezza, la sua creatività, audacia ed esperienza in campo lo hanno reso “una delle persone più influenti in internet” secondo il Business Week e la prestigiosa Politics Online.

Con soli 14 anni  fu cofondatore di Comcate Inc., un’impresa leader nello sviluppo del software governativo che lo portò ad essere uno dei CEO più giovani della storia.

Da questa esperienza nasce il suo primo libro “My start up life”, un successo di vendite con il quale egli non solo inizia la sua carriera come autore, ma anche come relatore stimolante e motivatore, tanto in tema di affari e iniziative imprenditoriali come in creatività, innovazione, marketing, società e futuro.

Nell’attualità, Ben è socio e consulente  di Wasabi Ventures, una delle incubatrici di progetti tecnologi e appoggio a imprenditori più innovatrici del mondo, e mentore di Tech Stars, in cui appoggia e  partecipa alla selezione di startups di tecnologia.

Allo stesso tempo è autore “The start-up of you” scritto insieme al fondatore di Linkedin, Reid Hoffman, di cui proprio il sindaco di New York, Michael Bloomberg, affermò essere “una maniera distinta di guardare il mondo, di assumere rischi  mentre altri li evitano”.

Imprenditoria

Innovazione

Strategia e Gestione Aziendale

Nuove Tecnologie

Motivazione

L'alleanza. Gestire il talento nell'era del networking e Teniamoci in contatto. La vita come impresa

"L'alleanza": Il rapporto di lavoro si è spezzato: il vecchio modello basato sulla garanzia del posto a vita non funziona più. Ma né i datori di lavoro (siano manager o imprenditori) né i lavoratori hanno il coraggio di dar vita a un sistema diverso. La soluzione? Cominciare a pensare ai collaboratori come ad alleati. I manager vogliono che i collaboratori contribuiscano a far crescere l'azienda e i collaboratori vogliono che l'azienda contribuisca a trasformare le loro carriere sul lungo termine. Ma questo scenario win-win si realizzerà solo se entrambe le parti sapranno fidarsi abbastanza l'una dell'altra per impegnarsi in un investimento reciproco. Per ricostruire questa fiducia - oggi al minimo storico - serve un dialogo schietto. Spregiudicato e pratico, il libro dimostra come un modello basato sull'assegnazione di incarichi precisi permetta di reclutare, trattenere e mantenere legate a sé, anche una volta che il rapporto formale di lavoro sarà concluso, le persone dotate di quelle capacità imprenditoriali che, sole, possono consentire all'azienda di prosperare. "Teniamoci in contatto": In un mondo in cui il rischio lavoro è alto, la concorrenza globale è aspra e il patto fra datore di lavoro e dipendente sta venendo meno, occorre attrezzarsi. Occorre imparare a gestire il proprio percorso professionale come un'impresa, meglio ancora come una start-up: predisporre un piano, essere pronti al cambiamento, avere una soluzione di riserva sono i primi passi per assicurarsi un vantaggio..."

L'alleanza. Gestire il talento nell'era del networking e Teniamoci in contatto. La vita come impresa

Teniamoci in contatto: La vita come impresa (Cultura e società)

In un mondo in cui il rischio lavoro è alto, la concorrenza globale aspra e il patto fra datore di lavoro e dipendente sta venendo meno, occorre attrezzarsi. Occorre imparare a gestire il proprio percorso professionale come un'impresa, meglio ancora come una start-up: predisporre un piano, essere pronti al cambiamento, avere una soluzione di riserva sono i primi passi per assicurarsi un vantaggio competitivo. Se poi - come anche in Italia recenti indagini dimostrano - la selezione per le posizioni aperte si avvale sempre più spesso di canali informali nei quali le conoscenze personali giocano un ruolo fondamentale, saper gestire una buona rete di relazioni si rivela il fattore vincente. In questo quadro, i social network offrono oggi uno strumento indispensabile, a patto di saperli usare con intelligenza. Forti della loro esperienza di imprenditori e, nel caso di Hoffman, del punto di vista privilegiato che solo il fondatore di LinkedIn può avere, gli autori forniscono indicazioni per non commettere errori.

Teniamoci in contatto: La vita come impresa (Cultura e società)